Salus per Aquam: la salute alle Terme - Rubriche

La terapia termale è una terapia medica che utilizza come mezzo curativo le acque minerali e risulta efficace per la prevenzione, la cura e la riabilitazione di importanti patologie che interessano, tra le altre, le ossa, le articolazioni, l'apparato digerente e respiratorio. L'utilizzo delle acque termali deve essere controllato e indicato esclusivamente da personale medico e molti stabilimenti termali sono convenzionati con il Servizio Sanitario Nazionale, è per tanto possibile usufruire del ciclo di cure termali con il solo pagamento del ticket sanitario.
Le acque termali possono essere utilizzate in diversi modi ed esistono precise terapie per precise patologie. Ecco nel dettaglio le principali terapie termali:

Terapia Inalatoria: consiste nel mettere in contatto le sostanze contenute nelle acque termali con le vie respiratorie del paziente, ciò avviene introducendo nell'apparato respiratorio sia acqua termale polverizzata sia i gas in essa contenuti. Irrigazioni nasali, inalazioni, aerosol, docce nasali e polverizzazioni sono adatte per le affezioni croniche: riniti, sinusiti,laringiti, faringiti, bronchiti ed esiti di broncopatie.

Fangoterapia: consiste nel mettere in contatto la parte del corpo malata con il fango formato da argilla con acqua termale. Tale fango si ottiene collocando per almeno un anno l'argilla in apposite vasche dove viene periodicamente rimescolata con l'acqua termale. In questo lungo periodo l'argilla subisce profonde modificazioni e si arricchisce dei sali minerali contenuti nell'acqua in cui è stata macerata. I fanghi sono di particolare giovamento per il trattamento delle affezioni dermatologiche, delle patologie artro-reumatiche (osteoartrosi), della locomozione ed anche in ginecologia. Da non dimenticare gli effetti benefici per la salute e la bellezza delle gambe.

Balneoterapia: è la cura termale per eccellenza e consiste nell'immersione, parziale o completa, del corpo in acqua termale per sfruttarne da un punto di vista terapeutico la temperatura, la pressione e le componenti chimico-fisiche. Questa terapia termale è particolarmente indicata per le patologie vascolari e reumatiche.

Cure Idropiniche: la terapie consiste nel bere acque minerali, soprattutto oligominerali o bicarbonate, come terapia per numerose disfunzioni organiche, tra cui le affezioni del fegato, dell'intestino e dell'apparato digerente. L'utilizzo terapeutico dell'acqua come bevanda deve avvenire secondo le modalità di utilizzo prescritte con visita medica.

Irrigazioni e docce interne: sono metodiche termali che consentono di portare a contatto l'acqua minerale con le mucose delle cavità aperte del corpo. La metodica irrigatoria si è rivelata particolarmente utile nel trattamento dei processi infiammatori dell'apparato genitale femminile.

Antroterapia: questa terapia utilizza, a scopo terapeutico, i vapori acquei che si sprigionano all'interno di cavità geologiche naturali. Il trattamento interessa l'intero organismo ed in particolare risulta benefico per le patologie delle vie respiratorie e dell'apparato osteoartromuscolare.

Sabbiature (psammatoterapia): il trattamento utilizza la sabbia marina che, con la sua particolare composizione salina, costituisce un trattamento specifico per le affezioni reumatiche ed osteo-articolari. Il trattamento è solitamente associato alla balneoterapia in acqua di mare e viene generalmente praticata presso gli Istituti Talassoterapici.